Cookie: Banner informativo sull'uso dei cookies Questo sito utilizza cookie di profilazione, propri e di altri siti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie,
Clicca qui. Acconsenti
Chiudi
Hai cambiato campagna, ma il tuo pre-ordine è rimasto invariato.
Hai cambiato campagna, il tuo pre-ordine si è aggiornato di conseguenza.

Le Associazioni con cui collabora AVON

 

Le Associazioni con cui collabora AVON

IEO

Nell’ottobre del 2002 nasce la partnership con l’Istituto Europeo di Oncologia ancora in corso, e nel corso di questi anni Avon ha sostenuto diversi progetti fra i quali i più importanti sono:

 2016-2018. Nasce Women's Cancer Center, un’unica area in cui sono radunate competenze e servizi per dare risposte immediate e complete alle esigenze di ogni donna che sceglie IEO per la prevenzione, la diagnosi precoce, la cura o il follow-up terapeutico.
Il riconoscimento della donna al centro di ogni strategia terapeutica è il punto d’eccellenza di questo progetto che ha l'ambizione di far avanzare rapidamente i progressi della ricerca, di garantire le più efficaci misure di prevenzione e di assicurare strategie terapeutiche innovative.

Il progetto Prevenzione Genetica del Tumore al seno è il secondo importante progetto a cui Avon prende parte. L'accesso ai test genetici per le pazienti affette da tumore al seno è stato fino ad oggi riservato a coloro che soddisfano criteri anamnestici per il rischio familiare. L'avvento della sequenza di nuova generazione (NGS) consente ora di eseguire test rapidi, efficienti e ad alta velocità ad un costo considerevolmente inferiore. I tempi di risposta rapidi consentono anche l'inserimento di risultati di test genetici per le decisioni di trattamento, come la scelta della chemioterapia o l’eleggibilità per gli studi.

2013-2012. Avon sostiene il progetto di ricerca “Mammella ad alto rischio per tumore ovarico” di Ginecologia Preventiva.
Attraverso i fondi raccolti da Avon Running, Avon supporta inoltre il progetto HIFU (ultrasuoni focalizzati ad alta intensità) che permette di trattare la lesione tumorale senza nessun danno biologico ed il progetto “SOUND: Sentinel node vs Observation after axillary Ultra-SouND”.

2011 Avon implementa un progetto innovativo che ha l'obiettivo di essere un aiuto concreto per tutte le donne nel pianificare una prevenzione ad hoc. Si tratta di un programma unico, studiato appositamente per tutte le donne Avon e ha l'obiettivo di verificare la familiarità del tumore al seno.
Con i fondi raccolti da Avon Running Avon supporta il progetto “La mammografia digitale con mezzo di contrasto. Le nuove frontiere dell’imaging di contrasto” e il progetto “Trattamento cicatrici cutanee mammarie e tatuaggio areola mammaria”.

2010
Avon devolve oltre a sostegno del progetto Day Surgery in Senologia. Lo scopo è offrire interventi chirurgici rapidi, con un decorso postoperatorio che riduca al minimo la permanenza in ospedale (12 ore), fondamentale per il recupero psicofisico delle donne operate al seno. Il progetto si articola su alcune tappe fondamentali (visita senologica, esami di pre-ricovero, intervento in day surgery, team a disposizione, sedute di medicazione, follow-up).

2008/2009
Avon sostiene il progetto Risk Assestment per la prevenzione Tumore al seno rischio familiarità ed il progetto I.A.R.T.: si tratta di una nuova procedura che potrebbe sostituire la radioterapia tradizionale in caso di tumori di piccole dimensioni e che permette di trasportare le cariche di radioattività solo sulla sede del tumore, riducendo gli effetti collaterali per i pazienti e si svolge in un’unica seduta.

La forza e il sorriso

Per far ritrovare alle donne in terapia oncologica il sorriso davanti allo specchio e la forza dentro di sè.

Nel 2006, nasce La Forza e il Sorriso, Associazione fondata con il patrocinio di Cosmetica Italia che si impegna a realizzare laboratori di make-up dedicati a donne che sostengono cure di chemioterapia e che si svolgono all’interno di ospedali e centri di cura. Durante i laboratori di bellezza gratuti, creme idratanti, gloss e ombretti si trasformano in insolite e colorate “armi” per combattere la malattia e mascherare gli effetti secondari delle cure in un clima di empatia e complicità femminile. Il sorriso di ogni singola partecipante è la più grande ricompensa.

Grazie anche al costante impegno di AVON nel fornire prodotti di make-up, sono stati realizzati oltre 4.000 laboratori di bellezza gratuiti, toccando più di 15.000 donne in trattamento oncologico, con il supporto di 500 volontari presenti in 55 strutture ospedaliere sul territorio nazionale.

Lega Italiana per la lotta contro i tumori

La Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori – LILT – opera senza fini di lucro ed ha come compito istituzionale primario la prevenzione oncologica. È in particolare su tre diversi fronti che la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori dispiega il suo massimo impegno e lo sforzo più grande: la prevenzione primaria (stili e abitudini di vita), quella secondaria (la promozione di una cultura della diagnosi precoce) e terziaria con particolare attenzione verso il malato, la sua famiglia, la sua riabilitazione e il suo reinserimento sociale, servizi, anche questi ultimi, reperibili nelle attività svolte dagli ambulatori della LILT.
In questo senso i punti di forza della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori sono rappresentati dagli 397 ambulatori dislocati su tutto il territorio nazionale e dagli oltre 5 mila volontari permanenti che diventano oltre 25 mila in occasione delle campagne e degli eventi nazionali.

Grazie ai fondi raccolti con Avon Running 2016, Avon nel corso del 2018 darà il suo contributo per la realizzazione del "II trofeo nazionale di Dragon Boat" che avrà luogo a Bari il 22 e 23 settembre 2018. E’ un'occasione importante, a livello nazionale, per promuovere il tema della prevenzione terziaria intesa come sostegno alle donne che hanno vissuto l'esperienza del cancro per tornare alla vita attiva attraverso lo sport e la cura di sè. Il Dragon boat infatti è una disciplina che viene utilizzata come forma di riabilitazione e prevenzione dal linfedema per le donne operate di cancro al seno.

Inoltre, in vista del mese di ottobre e della Campagna Nazionale di LILT "Nastro rosa", l'evento è anche occasione per informare le donne sull'importanza di fare prevenzione per il cancro al seno attraverso la mammografia annuale.

Telefono rosa

“Telefono Rosa” nasce nel 1988 e diventa presto un vero e proprio servizio a disposizione di tutte coloro che vogliono spezzare la catena del silenzio e del sacrificio, alleati indispensabili della cultura della violenza.

Nel 2018, Avon torna a collaborare con “Telefono Rosa” dando il proprio contributo al progetto “Alternanza scuola-lavoro” volto a sensibilizzare i giovani delle scuole superiori sul tema della violenza a 360 gradi chiedendo loro di realizzare un video di due minuti in cui esprimere i loro sentimenti nei confronti della violenza. Una commissione di giornalisti ne sceglierà i migliori e gli autori verranno premiati ogni 8 marzo alla presenza di tutti gli studenti partecipanti al concorso e dei loro professori.

Negli anni è cresciuto nei ragazzi l’interesse nei confronti del tema della violenza e ne sono testimoni i filmati che manifestano un sempre maggiore coinvolgimento tanto che l’Associazione ha deciso di organizzare delle visite presso le Case di Accoglienza di “Telefono Rosa” in cui gli tudenti possono incontrare donne e volontarie.

Grazie ai fondi raccolti con Avon Running 2009, Avon ha inoltre supportato e contribuito alla nascita della figura di Assistente al Diritto di Famiglia che ha permesso contatti con un gran numero di donne che si sono rivolte a “Telefono Rosa” sapendo di poter usufruire di un servizio che consente di accedere alle pratiche di “Volontaria Giurisdizione”, ossia a tutte quelle pratiche che possono essere svolte senza l’ausilio di un Avvocato.

Questo servizio è ritenuto molto utile perché è l’aiuto concreto di cui molte donne hanno bisogno.

Cerchi d'acqua

La Cooperativa Sociale Cerchi d’Acqua è un centro antiviolenza costituito nell’anno 2000 e che si occupa di contrastare la violenza alle donne e delle conseguenze che questa comporta su benessere psicofisico degli attori coinvolti e delle loro relazioni. Il presupposto di Cerchi d’Acqua è che ogni donna abbia in sé la forza e le risorse per uscire dalla violenza e garantisce riservatezza, anonimato e non giudizio. L’équipe di lavoro della cooperativa ha una pluriennale esperienza sulle problematiche della violenza ed è composta da consulenti di accoglienza, psicologhe-psicoterapeute, avvocate, orientatrici e formatrici.

Cerchi d’Acqua appartiene alla Rete delle Case delle Donne e dei Centri Antiviolenza della Lombardia ed è socia fondatrice di D.i.Re. (Donne in Rete Contro la Violenza), associazione nazionale dei centri antiviolenza. E’ uno dei centri antiviolenza a cui fanno riferimento le operatrici del numero nazionale contro la violenza 1522 istituito dal Ministero delle Pari Opportunità. Fa parte inoltre della rete di strutture che si occupano di violenza, coordinata dal Comune di Milano.

Dal 2004 al 2011
Il progetto più importante sostenuto da Avon è stato l’organigazzione di un ciclo di corsi dal titolo "Tu al Centro del Viaggio" con l’obiettivo di restituire a ogni donna coscienza di sè e della propria dignità e offrendo l’opportunità di affrontare il mondo più sicure sul piano personale e più preparate su quello professionale.

 2009-2010
Avon sostiene le attività dell’Associazione: colloqui di accoglienza per le donne e le ragazze vittime di violenza, percorsi psicologici di recupero, consulenza informativa legale. Grazie a questi fondi, più di 170 donne della Provincia di Milano hanno potuto partecipare alle attività dell’Associazione.

{{UI.LoadingMessage}}
[View|Representative_Attach_Not_Available]